Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Le tappe Le tappe

Le tappe

  • Macerata17 maggio 2017 - Macerata invia la manifestazione di interesse a concorrere come Capitale italiana della Cultura 2020. Ad annunciarlo il sindaco Romano Carancini dopo la decisione presa con la Giunta: La città di Macerata nel corso di questi ultimi anni ha sviluppato una grande offerta di cultura, organizzata e aggiornata, che ha notevolmente incrementato la coesione sociale, l’integrazione senza conflitti, la crescita economica e il benessere sia individuale che collettivo, nonché la creatività e l’innovazione grazie anche all’elevata concentrazione di attività e di imprese creative. Le linee programmatiche dell’amministrazione sono finalizzate all’incrementazione dell’attrattività turistica e all’utilizzo di nuove tecnologie, alla promozione dell’imprenditorialità nei settori culturali e creativi e al conseguimento di risultati sostenibili nell’ambito dell’innovazione culturale, a maggior ragione in questo particolare momento storico che vede ancora più forte la necessità di realizzare importanti azioni concrete che possano rilanciare e valorizzare le immense risorse del nostro territorio. Su queste sinergie e sulla presenza di un tessuto tanto ricco di eventi e di cultura, si intende far leva per presentare la candidatura di Macerata a Capitale Italiana della Cultura 2020, confidando nel valore promozionale e propulsivo che un riconoscimento di questo tipo potrebbe rivestire per la nostra città e per il territorio.”

 

  • Primo tavolo3 luglio 2017 - Primo tavolo nella Sala dell’Eneide di Palazzo Buonaccorsi per iniziare il percorso di Macerata Capitale Italiana della Cultura 2020. I rappresentanti delle principali istituzioni – i Rettori delle Università di Macerata e Camerino Francesco Adornato e Flavio Corradini, la direttrice dell’Accademia di belle Arti di Macerata Paola Taddei,  la presidente della Fondazione Carima Rosaria Del Balzo Ruiti, il capo gabinetto della Prefettura Marco Cacciaguerra, il direttore della Camera di Commercio Mario Guadagno e la componente della Giunta camerale Elisa Bolognesi, il direttore dell’Istituto Confucio Giorgio Trentin, l’onorevole Irene Manzi, il direttore artistico del Macerata Opera Festival Francesco Micheli, il sovrintendente dell’Associazione Sferisterio Luciano Messi, il sociologo Massimiliano Colombi e l’assessore comunale all’Ambiente, Mario Iesari - insieme al sindaco Romano Carancini e al vice sindaco e assessore alla Cultura Stefania Monteverde si sono incontrati per gettare le basi del percorso che da qui in avanti si dovrà intraprendere per arrivare alle scadenze stabilite dal Mibact in merito al bando.

 

  • IL TEMA lanciato dal sindaco Carancini è Un ponte sull’Oriente, ad est di Macerata. Dall’Adriatico alla Cina: “Abbiamo immaginato che il più potente strumento di comunicazione che la città possa trasmettere non può che partire da padre Matteo Ricci e da ciò che ha rappresentato, e a lui si aggiungono Giuseppe Tucci e Giovanni Beligatti. Abbiamo pensato che guardare verso l’Oriente, verso il sole che sorge, voglia dire anche guardare ad est  e di conseguenza pensare anche alla Macro Regione Adriatico”. E ancora est come partnership con Rieka già designata capitale della cultura europea 2020 che oggi ci vede lavorare insieme perv u n progetto Italia - Croazia, e  il rafforzamento dei rapporti tra Italia e Cina.
    Dall’Oriente alla cultura della ricostruzione “che entra nel territorio – ha concluso il sindaco – e si può immaginare una joint venture tra questo territorio e un modello orientale. La Cina ad esempio si sta interrogando su questi grandi temi”.

 

  • Bollani8 agosto 2017 - #Macerata2020 è la campagna social per lanciare la candidatura di Macerata a Capitale Italiana della Cultura 2020. I primi endorsement per Macerata candidata a Capitale Italiana  della Cultura 2020 sono quelli di politici, artisti, personalità del mondo della cultura e dello spettacolo ospiti a  Macerata in questi giorni per la 53^ stagione lirica del Macerata Opera Festival.
    I primi video sono del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, del musicista Stefano Bollani, della cantante Amii Stewart, dello scrittore Igor Sibaldi e degli attori John Savage e Blanca Blanco, della vice presidente dell'Argentina  Gabriela Michetti. 

 

  • 9 agosto – Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli riceve il sindaco Romano Carancini e il vice sindaco Stefania Monteverde. Con l'occasione le istituzioni cittadine gli consegnano una bozza dei contenuti per la candidatura a capitale italiana della Cultura 2020. Il capoluogio rappresenterà la Regione nella competizione che terminerà con la proclamazione prevista a gennaio 2018.

 

  • Macerata estroversa15 settembre – Macerata ufficializza la candidatura a capitale italiana della cultura 2020. Viene trasmesso al Focus point del Mibact, il dossier di candidatura per il conferimento alla città di Macerata del titolo di Capitale italiana della Cultura 2020. "Macerata ESTro.versa 2020  è stato consegnato questa mattina al Mibact” afferma il sindaco “Una sfida difficilissima con altre città italiane per diventare Capitale Italiana della Cultura 2020. Dentro al progetto ritroviamo le diverse ragioni che hanno spinto Macerata verso questa scalata ma soprattutto c'è una visione di futuro per la città coerente con un lavoro che oramai portiamo avanti da 7 anni.

 

  • 6 ottobre – il Mibact ufficializza l'elenco delle 31 città in corsa per la candidatura.


1.    Agrigento
2.    Bellano
3.    Benevento
4.    Bitonto
5.    Casale Monferrato
6.    Ceglie Messapica
7.    Cuneo
8.    Fasano
9.    Foligno
10.    Gallipoli
11.    Lanciano
12.    Macerata
13.    Merano
14.    Messina
15.    Montepulciano
16.    Noto
17.    Nuoro
18.    Oristano
19.    Parma
20.    Piacenza
21.    Pietrasanta
22.    Pieve di Cadore
23.    Prato
24.    Ragusa
25.    Ravello
26.    Reggio Emilia
27.    Scandiano
28.    Telese Terme
29.    Teramo
30.    Treviso
31.    Vibo Valentia.

 

  • 17 ottobre -  Al Teatro Lauro Rossi si presenta alla città Macerata ESTroversa 2020, il dossier di candidatura di Macerata a Capitale italiana della Cultura 2020.
    È un incontro speciale, aperto a tutta la città, in cui insieme con orgoglio racconteremo la candidatura di Macerata a Capitale Italiana della cultura 20202 e la volontà di dare uno sviluppo a base culturale al nostro territorio - afferma il sindaco Romano Carancini. - Abbiamo candidato la città, il suo territorio  e l’intera regione Marche per investire sul nostro patrimonio, tanto provato ma fonte di sviluppo per il futuro. È la nostra scommessa su cui chiediamo l’entusiasmo di tutti perché le  nuove generazioni meritano la speranza”.

    Verrà illustrato alla cittadinanza il  documento consegnato al Mibact il 15 settembre, frutto di un lavoro collettivo che ha visto in qualità di attori attivi il mondo istituzionale, imprenditoriale, dell’associazionismo, produttori culturali e singoli individui. Presenti, oltre al premio Oscar Dante Ferretti a cui è dedicata una parte del progetto, quanti hanno partecipato alla redazione del progetto, dall’assessore alla cultura Stefania Monteverde, che ha coordinato il team e ha curato la redazione della programmazione culturale, a Aldo Bonomi, sociologo che ha apportato un importante contributo di riflessione sul ruolo del territorio, a Marco Marcatili, project manager della società Nomisma che ha sviluppato l’analisi economica dell’investimento sulla città,  a Massimiliano Colombi, sociologo che ha seguito i lavori dei gruppi di lavoro con gli stakeholders istituzionali e associativi. Nel corso del pomeriggio interverranno l’assessore alla cultura della Regione Marche, Moreno Pieroni, il rettore dell’Università di Macerata Francesco Adornato, il rettore dell’Università di Camerino Claudio Pettinari, la direttrice dell’Accademia di Belle Arti Paola Taddei, il presidente della Camera di Commercio Giuliano Bianchi, la presidente della Fondazione Carima Rosaria Del Balzo Ruiti, i sindaci del territorio, le associazioni, e tanti che hanno contribuito al percorso di candidatura di Macerata.

 

  • Il sindaco Romano Carancini con il premio Oscar Dante Ferretti15 gennaio 2018 Il Ministero ufficializza la short list. Macerata è tra le 10 città che concorreranno per il titolo di Capitale della Cultura. Insieme a Macerata ci sono Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Merano, Nuoro, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso che superano le altre 21 città concorrenti.

    Macerata è nella top ten delle città candidate a Capitale Italiana della Cultura 2020. Il Mibact ha pubblicato l’elenco delle dieci città finaliste per il titolo che sarà proclamato dalla giuria presieduta da Stefano Baia Curioni dopo la fase di valutazione dei progetti finalisti.

    Grande soddisfazione del sindaco Romano Carancini: “È una grande soddisfazione per tutta la cittá ma io dico soprattutto per il nostro territorio maceratese, per la nostra gente e per la nostra Regione. È uno di quei momenti che valgono un intero mandato perchè la scelta della Commissione Mibact riconosce il valore del lavoro. Ora insieme, tutti insieme, ad inseguire il futuro, a correre verso il sogno che diviene realtà.”

    Grande soddisfazione per l’amministrazione comunale e la città tutta per questo riconoscimento che vede Macerata ammessa alla corsa finale per Capitale della Cultura. “L’essere tra le finaliste premia lo sforzo e il lavoro compiuto in questi anni per la valorizzazione delle risorse culturali della città, per la crescita della vocazione turistica, e la sinergia con il territorio. - sono le parole dell’assessore alla cultura Stefania Monteverde. - È un riconoscimento per tutta la Marca Maceratese e per le Marche intere. Ora si lavora insieme con entusiasmo per Macerata Estroversa.

     


Macerata Estroversa

Il dossier

Le tappe

Gli eventi

Dicono di noi

Fotogallery

 

Contatti

Ufficio turismo 0733.256297

Seguici su Facebook